La Rosa di Natale

L’Elleboro: consigli per la tutela ed il mantenimento di un fiore che sboccia in inverno

Esiste un fiore molto particolare tipico del periodo più freddo dell’anno: è il meraviglioso Elleboro, anche conosciuto come “Rosa di Natale”. Ama così tanto il freddo da riuscire a fiorire nei boschi in montagna ed addirittura, a volte, in mezzo alla neve.

Sì presenta con foglie grosse e larghe sempreverdi, di colore verde scuro che danno maggiore visibilità al fiore mettendo in risalto i petali. Ha una crescita lenta e nel periodo natalizio si può apprezzare una fra le varietà più eleganti e conosciute che possiede uno stelo slanciato, delle grandi foglie di colore verde scuro e cinque grandi petali bianchi. Esistono anche specie a fiore doppio con colori che vanno dal verde al porpora.

Il terreno adatto per questo fiore deve essere ricco di calcio ed argilla, che favorisce un buon drenaggio per evitare i ristagni.

Vive a lungo e la sua sistemazione ideale è in ampi e profondi vasi su una veranda o in giardino anche con temperature molto fredde. Durante l’estate, invece, bisogna stare attenti all’irrigazione che deve essere regolare ma con innaffiature ridotte, inoltre è bene posizionarlo sempre all’ombra e nella zona più umida, poiché non ama né il caldo né il sole. Sì può anche portare il fiore dentro casa per abbellirla nel periodo delle feste natalizie, ma bisogna tenerlo lontano dalle fonti dirette di calore come termosifoni, forni e camini.

La potatura non richiede grande abilità ed esperienza, ma è utile separare i ciuffi della pianta per  permetterle dei respirare meglio.

Una volta trapiantato questo fiore è molto autonomo e non richiede cure eccessive: quello a cui bisognerà stare molto attenti è di ricordarsi di annaffiarlo con particolare attenzione nei periodi di siccità e di concimarlo almeno una volta l’anno. Le foglie dell’elleboro saranno verdi per tutto l’anno e dovrebbe sbocciare nuovamente nel periodo invernale.

Un’ultima caratteristica interessante è la sua riproduzione, che avviene per seme, perciò, a patto che non si adottino particolari potature, attorno al vaso nasceranno altre piccole piantine di elleboro.

Lascia un commento